Japandi: la tendenza nipponica scandinava

Japandi: la tendenza nipponica scandinava

Stile luminoso e naturale

La tendenza di arredare i propri spazi con uno stile scandinavo è ormai da tempo che viene proposto dagli appassionati di stile e design. Ha suscitato un grandissimo interesse negli ultimi anni, oggi stiamo assistendo ad un’evoluzione di stile in qualcos’altro. Vediamo aggiungere delle contaminazioni, a volte esotiche, riuscendo a coordinare ad esso uno stile giapponese, creando una nuovo stile di tendenza: il “Japandi“, unione dei termini “giappone” e “scandinavia”. Minimalismo, materiali morbidi e colori tenui danno un tocco di naturalezza e modernità nei vostri interni.

Il japandi è la fusione di due stili, entrambi parrebbero incompatibili e profondamente differenti. La radice minimalista a cui si ispira amplifica e risalta le figure eleganti e sofisticate e le tende a sottolineare con una certa carica.

Indispensabile è riuscire a coordinare l’uso di materiali naturali agli spazi ampi e scarni, facendo in modo che gli ambienti stessi possano al contempo essere invasi da luce naturale, facendola diventare vero e proprio elemento d’arredo. Inoltre contrastando i colori neutri e freddi dello stile nordico e quelli chiari e caldi dello stile nipponico, si ottiene uno stile accogliente, luminoso ed elegante.

I toni che ti consiglio di utilizzare sono quelli delle palette colori ispirate alla natura tipo il verde marcio, verde menta, avorio oppure colori più ricercati tipo il blu balena, rosa polvere e grigio.

La luce naturale deve essere l’elemento principale e deve pervadere gli spazi abitativi.

Il vetro deve diventare il più fidato alleato, per fare ciò, suddividere gli ambienti attraverso ampie vetrate e tessuti chiari e leggeri.

Per dare calore e rafforzare ulteriormente il collegamento con la natura sarà ovvio affidarci ad elementi d’arredo in legno. Starà a te scegliere se optare sulle tinte fredde ed eleganti tipo un bianco scandinavo oppure, al contrario, scegliere un legno scuro per respirare i toni più caldi ed avvolgenti, tipici della cultura nipponica.

I tessuti devono essere rigorosamente in materiali naturali per creare contrasti di stile e sottolineare il legame con la natura. Da prediligere tessuti grezzi tipo juta, lino o cotone, ma per ambienti più raffinati non disdegnate certo il raso e la seta, con stile ed eleganza riuscirete a dare luce all’ambiente.

L’arredamento in stile japandi naviga verso i tratti essenziali della semplicità, della freschezza e della funzionalità pragmatica.
L’ambiente, nel complesso, deve risultare rilassante e leggero, senza l’impiego di molti accessori o complementi di arredo. La sobrietà e il minimalismo arricchiti di eleganza e raffinatezza saranno le caratteristiche che contraddistingueranno il japandi.